Salta al contenuto principale

Saldatura di
acciai non legati

Soluzioni SAF-FRO per applicazioni di saldatura e taglio di acciai non legati

Gli acciai non legati sono in realtà leghe di ferro e carbonio (proporzione dallo 0,12% al 2,0%). Gli acciai al carbonio sono utilizzati molto ampiamente in numerose attività industriali come trasporti: automobili, camion, vagoni ferroviari e costruzione navale - produzione di tubature e caldaie per industrie chimiche - costruzioni offshore - torri eoliche - edilizia - industria estrattiva...).

Ossitaglio e taglio al plasma di acciaio non legato

L’ossitaglio e il taglio al plasma sono i procedimenti  che possono essere usati per il taglio termico di acciai non legati sia in applicazioni manuali con la gamma di macchine PRESTOJET/ PLASMAJET che in applicazioni automatiche su tavolo di taglio automatico (OPTITOME - ALPHATOME - OXYTOME e PLASMATOME) con MACH HP per il taglio ossiacetilenico e NERTAJET HPi per il taglio al plasma.

Attrezzatura MMA per la saldatura di acciaio non legato

L'attrezzatura è composta da una sorgente di energia che fornisce la corrente di saldatura (da 10 A a ~500 A) tramite trasformazione della corrente elettrica di rete primaria (monofase o trifase da 230 V a 440 V). Le moderne sorgenti di corrente per saldatura ad arco usano la tecnologia Inverter” fornendo soluzioni economicamente vantaggiose combinate con una maggiore facilità d’uso (buon innesco, corrente di saldatura molto stabile...).
Le sorgenti di corrente inverter sono anche più leggere dei trasformatori, fornendo la stessa corrente di saldatura con una migliore portabilità.

Nella gamma SAF-FRO l’attrezzatura per la saldatura MMA è denominata PRESTO. In aggiunta è necessario un kit di saldatura MMA per collegare l’alimentazione al pezzo da saldare e al porta elettrodo mantenendo l’elettrodo coperto.

Materiali di consumo per saldatura MMA di acciaio non legato

La composizione del nucleo metallico dell’elettrodo generalmente è simile al materiale di base mentre sono possibili 2 diversi rivestimenti principali: rutilico o basico (denominato anche a basso idrogeno). 

  • Gli elettrodi con rivestimento rutilico sono usati per lavori ordinari. Facilità d’uso e buon aspetto del giunto saldato sono le principali caratteristiche ma con limitate proprietà meccaniche. 
    Nella gamma SAF-FRO le denominazioni sono BLUCORD, BASICORD... 
     
  • Gli elettrodi con rivestimento basico creano saldature con un inferiore contenuto di idrogeno fornendo una più elevata resistenza meccanica per lavori di elevata sicurezza. Il maneggiamento di questi elettrodi è più delicato e richiede più destrezza da parte del saldatore. 
    Nella gamma SAF-FRO la denominazione è SAFER.

    Una particolare attenzione deve essere rivolta agli elettrodi basici per la caratteristica igroscopica del rivestimento. Gli elettrodi devono essere conservati in condizioni asciutte o riscaldati prima dell’uso; SAF-FRO con la specifica soluzione di imballaggio denominata DRYPACK evita di riasciugare gli elettrodi dopo l’apertura dell’imballaggio.

Attrezzatura TIG, materiali di consumo saldatura acciaio non legato

L'attrezzatura è composta da una sorgente di energia che fornisce una corrente di saldatura DC (da 10 A a ~500 A) tramite trasformazione della corrente elettrica di rete primaria (monofase o trifasica da 230 V a 440 V). Le moderne sorgenti di corrente per saldatura TIG usano la tecnologia "Inverter” fornendo soluzioni economicamente vantaggiose combinate con una maggiore facilità d’uso (buon innesco, corrente di saldatura molto stabile...). Le sorgenti di corrente inverter sono anche più leggere (fino a 10 volte di più) dei trasformatori  fornendo la stessa corrente di saldatura con una migliore portabilità. 

Nella gamma SAF-FRO l’attrezzatura per la saldatura TIG DC è denominata PRESTOTIG DC. Inoltre è necessaria una torcia di saldatura TIG con un elettrodo non consumabile in tungsteno. Sono necessari una bombola di gas argon e un regolatore-flussometro per controllare il flusso del gas di schermatura ad argon (Ar). 

La scelta del materiale di apporto sarà fatta a seconda del materiale di base da saldare. La gamma SAF-FRO copre la maggior parte delle applicazioni ordinarie. ALTIG è la denominazione commerciale di queste bacchette. 

Saldatura ad arco al plasma di acciaio non legato

La saldatura ad arco al plasma è simile alla saldatura TIG con una differenza chiave: nella torcia di saldatura l'arco è ristretto meccanicamente creando insieme al gas di plasma un'atmosfera ionizzata ad alta temperatura. Sul punto d’impatto del plasma il materiale di base si fonde con una grande concentrazione di energia raggiungendo una penetrazione profonda e stretta. L’arco al plasma e il bagno sono protetti da un gas di schermatura aggiunto dalla torcia. 

Il procedimento di saldatura ad arco al plasma può essere usato manualmente per una bassa intensità di saldatura (~15 A - micro plasma) ma è più spesso impiegato in applicazioni automatiche per lavori di alta qualità nella fabbricazione di tubature e caldaie. Il metallo di apporto non è obbligatorio soprattutto per la passata di fondo ma migliorerà la produttività in caso di grandi saldature. 

Attrezzatura MIG-MAG per la saldatura di acciaio non legato

L'attrezzatura di saldatura MIG/MAG è composta da una sorgente di energia che fornisce la corrente di saldatura, un dispositivo trainafilo (incorporato o separato), una torcia o pistola di saldatura e un dispositivo per l’alimentazione del gas di schermatura. Sono disponibili varie tecnologie per le sorgenti di corrente elettrica: trasformatori con regolazione a scatti (FILCORD e PRESTOMIG) o inverter con comando digitale (DIGISTEEL, DIGIPULS e DIGIWAVE). Le moderne sorgenti di corrente per saldatura MIG-MAG usano una tecnologia inverter a comando digitale fornendo soluzioni economicamente vantaggiose combinate con una maggiore facilità d’uso (peso inferiore, corrente di saldatura molto stabile...). 

Con queste sorgenti di corrente sono disponibili le comuni modalità di trasferimento di metallo (globulare, short arc, spray arc e arco pulsato) ma sono possibili svariate evoluzioni sviluppate e brevettate da SAF-FRO, per esempio: 

  • Speed Short Arc (SSA) aumenta la velocità di saldatura, riduce la deformazione della lamina, consente la saldatura in posizione e migliora la qualità complessiva dei risultati.
     
  • High Penetration Speed (HPS) che migliora del 50% la produttività delle operazioni MIG/MAG con: la riduzione del numero di passate paragonato a un classico trasferimento ad arco spray - la possibilità di saldare in giunture limitate con angoli stretti con lunga sporgenza - la riduzione della distorsione della lamina e della zona colpita dal calore. 

Materiali di consumo per saldatura MIG-MAG di acciaio non legato

FILCORD è il nome commerciale del filo pieno per la saldatura di acciai non legati nella gamma SAF-FRO. I diametri dei fili sono compresi tra 0,6 mm e 1,6 mm. Il filo è fornito in bobine per la maggior parte delle applicazioni manuali e in grandi volumi (fusti) per applicazioni automatiche e robotizzate. La scelta del metallo di apporto sarà fatta a seconda del materiale di base da saldare.

Saldatura con filo animato (FCA) di acciaio non legato

La FCAW è una variante del procedimento MIG/MAG in cui il filo pieno è sostituito da un filo tubolare contenente un flusso. 
I principali vantaggi sono la saldatura in tutte le posizioni, una più elevata velocità dei deposizione e una maggiore versatilità. 
Il principale inconveniente è il più alto livello di fumi di saldatura. 
I fili animati sono usati in vari settori industriali: automobilistico e trasporti, manifatturiero, saldatura di tubi, costruzioni metalliche e carpenteria metallica. 

L’attrezzatura per saldare con fili animati è uguale a quella per la saldatura MIG/MAG. Il materiale di apporto è il filo animato e nella gamma SAF-FRO la denominazione commerciale di questi fili è SAFDUAL o STEELCORED a seconda della tecnologia con piegatura o tubolare. 

Materiali di consumo saldatura ad arco sommerso per acciaio non legato

L'attrezzatura per la saldatura ad arco sommerso (SAW) consiste in: 

  • una o più sorgenti di corrente elettrica che forniscono corrente di saldatura ad alta intensità in DC (o AC), 
  • una testa di saldatura che alimenta il flusso e il filo dell’elettrodo sulla giunzione, 
  • un sistema di alimentazione del flusso che conserva il flusso e controlla la deposizione del flusso.


Il materiale di apporto è una combinazione di: 

  • un flusso (fuso o legato): una miscela di fluoruri di calcio e ossidi di alluminio, titanio, manganese, magnesio o silicio. Possiede una specifica dimensione granulometria. 
    Nella gamma SAF-FRO il nome commerciale è generalmente AS e la maggior parte dei flussi SAF-FRO è adatta alla saldatura di acciai non legati. 
  • un filo pieno che nella gamma SAF-FRO è designato come AS.

Maggiori informazioni sui procedimenti di saldatura MMA

La saldatura MMA (manuale ad elettrodo) o AWS SMAW (saldatura ad arco con metallo protetto) usa un elettrodo di acciaio consumabile coperto da un flusso.

Un arco elettrico è generato tra la piastra da congiungere e l’elettrodo rivestito. Con il calore generato nell’arco, entrambi (il pezzo e l’elettrodo) si fondono creando così il bagno di fusione. Anche il rivestimento dell’elettrodo si fonde e forma un gas di schermatura che protegge il bagno fuso. Mentre l’operazione di saldatura procede, il rivestimento fuso produce scorie che devono essere rimosse. Questo procedimento è uno dei metodi di giuntura più antichi. Questo procedimento genera però grandi inconvenienti che vanno menzionati: produce scintille e fumi, la pulizia post-saldatura è impegnativa, è un procedimento piuttosto lento e richiede un alto livello di abilità da parte del saldatore. Basso costo, flessibilità, portabilità e versatilità sono i principali vantaggi del procedimento.

Maggiori informazioni sui procedimenti di saldatura TIG

La saldatura TIG (al gas inerte di tungsteno) o AWS GTAW (saldatura al gas inerte di tungsteno)

In questo procedimento è generato un arco tra il materiale di base e un elettrodo di tungsteno infusibile, parte della torcia di saldatura. Sul punto di contatto dell’arco il materiale di base si fonde e un materiale di apporto aggiuntivo si trasferisce nel bagno. Il bagno è protetto da un gas di schermatura (generalmente argon perché il tungsteno è sensibile all’ossigeno) fornito dalla torcia.

I vantaggi del procedimento sono:  saldature pulite e di alta qualità con alta penetrazione, che non richiedono molto altro lavoro per la pulizia post-saldatura. Il principale inconveniente è che il TIG è il procedimento più lento nella saldatura ad arco.
Il procedimento può essere facilmente usato in applicazioni automatiche.

Maggiori informazioni sui procedimenti di saldatura MIG-MAG

La saldatura MIG-MAG (saldatura con metallo in gas inerte o in gas attivo) o AWS GMAW (saldatura ad arco con metallo sotto protezione di gas)

Nel procedimento MIG-MAG è generato un arco tra il materiale di base e un elettrodo a filo continuo che è consumato. Il metallo di apporto è il filo dell’elettrodo alimentato attraverso la torcia. Il gas di schermatura è necessario per proteggere l’arco e il bagno fuso. Esistono varie possibilità: gas inerte (una miscela di argon + CO2) per la saldatura MIG e CO2 per la saldatura MAG. La scelta del gas di schermatura dipende da svariati fattori e dai risultati richiesti. 

Il procedimento di saldatura MIG/MAG è il metodo più usato in tutte le applicazioni industriali perché è un procedimento rapidissimo, economico e di alta produttività, che richiede poche abilità da parte del saldatore. Gli svantaggi del procedimento sono la bassa qualità dell’aspetto della saldatura e gli schizzi ma le moderne sorgenti di corrente con avanzate modalità di trasferimento dell'arco forniscono risultati migliori rispetto al passato. Il procedimento MIG/MAG è usato in applicazioni manuali ma è sempre più spesso utilizzato in applicazioni automatiche e robotizzate. 

Maggiori informazioni sui procedimenti di saldatura ad arco sommerso

La saldatura ad arco sommerso (SAW) è un procedimento di saldatura in cui è generato un arco tra il materiale di base e un elettrodo a filo continuo (fili animati o fili pieni).

L’arco e il bagno fuso sono completamente coperti da uno strato di flusso, così non è prodotta nessuna scintilla, nessuna radiazione e nessun fumo. Il procedimento SAW è quasi sempre eseguito in applicazioni automatiche, testa a testa o posizioni d’angolo per lunghi cordoni di saldatura o un alto spessore. La corrente di saldatura è elevata (fino a 1200 A in filo singolo e anche di più quando usato in multi-filo) e la velocità di deposizione è molto elevata. È il procedimento di saldatura con la produttività più alta. 

I principali vantaggi sono saldature di buona qualità, produttività e un notevole spessore saldabile in un passaggio, nessun fumo e radiazione dell’arco non visibile. Il principale inconveniente è la pesante attrezzatura automatica necessaria per eseguire il procedimento. Il procedimento di saldatura ad arco sommerso è utilizzato in svariati settori industriali: industrie di trasporto (camion e carrozze ferroviarie..) fabbricazione di tubi e carpenteria metallica pesante.